Archive for 2

Materiali per lo studio del Decameron

lisabetta da messinaIn vista della verifica su Giovanni Boccaccio e sul Decameron che faremo tra qualche giorno in seconda, riunisco qui tutti i materiali necessari a prepararsi al meglio.

Si tratta:

  • della mappa concettuale che già avete studiato qualche settimana fa
  • di uno schema riassuntivo con tutte le novelle che abbiamo letto in classe e che dovete conoscere per la verifica, divise per le dieci giornate del Decameron
  • del testo di tutte le novelle da ripassare, con l’aggiunta della novella di Lisabetta da Messina, che trovate nella versione originale di Boccaccio con introduzione e note mie.

Buon lavoro e buona Pasqua a voi e alle vostre famiglie!

Aggiornamento del 21 aprile: la novella “Calandrino lapidato” mancava di due pagine per un mio errore. Ho provveduto a ricaricarla nella versione completa.

Share

Testi dalla Commedia: Manfredi e la preghiera alla Vergine

Gli ultimi due testi dalla Commedia per i miei alunni di seconda sono tratti dal Purgatorio e dal Paradiso. Scaricateli e stampateli al più presto!

Share

Testi dalla Commedia: Ulisse e il conte Ugolino

Per gli alunni di seconda, due nuovi testi dalla Commedia di Dante, da scaricare e stampare.

Share

Testi dalla Commedia: l’Inferno

Alcuni brani dall’Inferno per i miei alunni di seconda: scaricare e stampare!

 

Share

“Tanto gentile e tanto onesta pare”: Dante e la Vita Nuova

Tra le opere di Dante che precedono la Commedia, la Vita Nuova è una delle più importanti.

Composta attorno al 1294 assemblando testi poetici scritti in circa un decennio a partire dal 1283, la Vita Nuova narra l’amore di Dante per Beatrice: dal primo incontro avvenuto quando il poeta aveva nove anni (1274), al secondo di nove anni più tardi (1283), fino alla morte della donna, che avviene nel 1290. Quando Beatrice muore, superato il primo momento di sconforto, Dante decide di continuare la lode dell’amata, ormai glorificata nel Paradiso. È questa la forma più alta d’amore raccontata dallo Stilnovo: il poeta ama la donna-angelo in maniera del tutto disinteressata, senza poter più sperare di ottenere nulla in cambio da lei.

Dal punto di vista della struttura, la Vita Nuova è un prosimetro, cioè un testo che alterna parti in versi e parti in prosa. È suddivisa in 42 capitoli e contiene 31 poesie: 25 sonetti, 1 ballata e 5 canzoni. Nelle sezioni in prosa, Dante commenta e spiega i testi poetici, legandoli tra loro in una narrazione continua.

Nel file da scaricare trovate, oltre a una breve introduzione al testo, il capitolo XXVI della Vita Nuova, dove si legge il sonetto “Tanto gentile e tanto onesta pare”.

Share

Guido Cavalcanti e lo Stilnovo

Due file da scaricare per approfondire lo studio dello Stilnovo. Il primo è uno schema con i quattro temi fondamentali di questa corrente poetica (potete scaricarlo cliccando sull’immagine qui sopra).

Il secondo è il testo di un celebre sonetto di Guido Cavalcanti, che si apre con una domanda: “Chi è questa donna che arriva?”

Share

Guido Guinizzelli, il padre dello Stilnovo

Nella Divina Commedia, Dante immagina di incontrare in Purgatorio Guido Guinizzelli, poeta bolognese vissuto tra il 1230 e il 1276. Nel riconoscerlo, lo definisce padre / mio e de li altri miei miglior che mai / rime d’amor usar dolci e leggiadre (“padre mio e degli altri migliori di me che scrissero poesie d’amore dolci e belle”).

Guinizzelli è considerato il fondatore dello Stilnovo (o “dolce stil novo”), una corrente poetica che ha tra i suoi esponenti più importanti lo stesso Dante Alighieri e i suoi amici Guido Cavalcanti e Lapo Gianni. Il sonetto che potete scaricare qui sotto è una delle poesie più belle e conosciute tra le venti di Guinizzelli che ci sono rimaste. Nel file trovate anche la parafrasi completa.

Share

Due sonetti di Cecco Angiolieri

Il più importante autore della poesia comico-realistica è il senese Cecco Angiolieri (circa 1260-1312), personaggio affascinante e scrittore abilissimo. Leggeremo in classe due dei sonetti più celebri di Cecco: “S’i’ fosse foco” e “Tre cose solamente”. Potete scaricare il testo, con una breve introduzione per ciascuno di essi e con la parafrasi completa del secondo, cliccando sul link qui sotto:

“S’i’ fosse foco” è stato ripreso alcuni anni fa anche da uno dei più grandi cantautori italiani, Fabrizio De André, che molti di voi conosceranno per canzoni come La guerra di Piero o Il pescatore.

Share